Un vero blogger: puntata 1… E pur si muove.

accettare-i-cambiamenti

..E pur si muove, ovvero, tutto cambia o può cambiare.
Questo 2017 mi ha portato a cambiamenti, per fortuna in positivo.
Quali?
Beh, innanzitutto, questo “diario”, con il quale ho ritrovato la gioia di scrivere, anzi di comunicare con qualcuno ( almeno spero), cosa che non facevo da anni. Si perché lo ammetto, i precedenti posts sono si scritti da me, ma esistevano già da qualche parte dell’Hard disk.

amici_gruppo1

Altra cosa, ho trovato nei gruppi di volontariato, di cui ne faccio parte, persone molto simpatiche e sincere, con i quali mi sto legando molto, formando amicizie vere. Tra i quali , un meraviglioso gruppo di ragazzi che settimanalmente si prende cura dei cani in canile.

Nell’altro gruppo, cioè nella Proloco, ci occupiamo di eventi e feste per la città dove ora vivo.  Ho scoperto e conosciuto anche qui molte persone nuove con idee sempre utili.

Con il passare del tempo, spero di migliorami sempre più, per arrivare a raggiungere obbiettivi utili per la mia vita e ad essere utile a chi mi sta vicino.

To be continued..

 

 

 

Se eri un bambino negli anni 60, 70 o 80…Come hai fatto a sopravvivere?

1.- Da bambini andavamo in auto che non avevano cinture di sicurezza né airbag…

2.- Viaggiare nella parte posteriore di un furgone aperto era una passeggiata speciale e ancora ne serbiamo il ricordo.

3.- Le nostre culle erano dipinte con colori vivacissimi, con pitture a base di piombo.

4.- Non avevamo chiusure di sicurezza per i bambini nelle confezioni dei medicinali, nei bagni, alle porte.

5.- Quando andavamo in bicicletta non portavamo il casco.

6.- Bevevamo l’acqua dal tubo del giardino, invece che dalla bottiglia dell’acqua minerale…

7.- Trascorrevamo ore ed ore costruendoci carretti a rotelle ed i fortunati che avevano strade in discesa si lanciavano e, a metà corsa, ricordavano di non avere freni . Dopo vari scontri contro i cespugli, imparammo a risolvere il problema. Si, noi ci scontravamo con cespugli, non con auto!

8.- Uscivamo a giocare   con l’unico obbligo di rientrare prima del tramonto.

9.- La scuola durava fino a mezzoggiorno , arrivavamo a casa per pranzo . Non avevamo cellulari…  cosicché nessuno poteva rintracciarci. Impensabile .

10.- Ci tagliavamo , ci rompevamo un osso , perdevamo un dente , ma non c’era alcuna denuncia per questi incidenti. La colpa non era di nessuno se non di noi stessi.

11.- Mangiavamo biscotti , pane e burro , bevevamo bibite zuccherate  e non avevamo mai problemi di soprappeso, perché stavamo sempre in giro a giocare…

12.- Condividevamo una bibita in quattro… bevendo dalla stessa bottiglia e nessuno moriva per questo.

13.- Non avevamo Playstation, Nintendo 64, X box, Videogiochi , televisione via cavo con 99 canali , videoregistratori , dolby surround , cellulari personali , computers , chatroom su Internet … Invece AVEVAMO AMICI.

14.- Uscivamo, montavamo in bicicletta o camminavamo fino a casa dell’amico , suonavamo il campanello o semplicemente entravamo senza bussare e lui era li e uscivamo a giocare.

15.- Si! Li fuori!, Nel mondo crudele! Senza un guardiano! Come abbiamo fatto?. Facevamo giochi con bastoni e palline da tennis , si formavano delle squadre per giocare una partita; non tutti venivano scelti per giocare e gli scartati non subivano alcuna delusione che si trasformava in trauma.

16.- Alcuni studenti non erano brillanti come altri e quando perdevano un anno lo ripetevano. Nessuno andava dallo psicologo, dallo psicopedagogo nessuno soffriva di dislessia né di problemi di attenzione né di iperattività; semplicemente ripeteva ed aveva una seconda opportunità.

17.- Avevamo libertà , fallimenti , successi , responsabilità    …ed imparavamo a gestirli. La grande domanda è: Come abbiamo fatto a sopravvivere?  e, soprattutto, ad essere le grandi persone che siamo ora .

Appartieni a questa generazione?    Se la risposta è si, hai avuto un’infanzia felice!

Ma che ne sanno i giovani d’oggi!!

 

Sicuramente diranno che eravamo dei noiosi,

però siamo stati molto felici!!!!!!!!!

Felice Settimana Nazionale dell’Amicizia!

Molte persone entrano ed escono dalla tua vita. Ma solo gli amici lasciano un’impronta nel tuo cuore.

Per gestirti usa la testa, per gestire gli altri usa il cuore.

12039306_1696327027267846_1313607269809756531_n

Rabbia (in inglese Anger) dista solo una lettera da pericolo (Danger). Se qualcuno ti tradisce una volta, è colpa sua, se ti tradisce ancora, è colpa tua. Le grandi menti discutono delle idee; le persone medie discutono dei fatti; le piccole menti (s)parlano delle persone.

Chi ha perso soldi, ha perso molto; chi ha perso un amico, ha perso di più; chi ha perso la fede, ha perso tutto. Persone giovani e belle sono un incidente della natura.

impara-dagli-errori

Impara dagli errori degli altri. Non puoi vivere abbastanza a lungo da farli tutti tu.

Amici, tu ed io. Hai acquisito un altro amico. Ed allora siamo in tre!!

amici_gruppo1

E’ iniziato il nostro gruppo. Il nostro circolo di amici

Non c’è inizio e non c’è fine.

Ieri è storia. Domani è mistero. Oggi è un dono.

Mio Malgrado

Assunto mio malgrado nella fabbrica delle idee mi sono rifiutato di timbrare il cartellino Mobilitato altresì nell’esercito delle idee ho disertato. Non ho mai capito granché Non c’è mai granché né di piccolo ne di grande.

perche-contiamo-le-pecore

C’è altro. Altro; vuol dire che amo chi mi piace e ciò che faccio.

Quindi…fb_img_1482276375874

Roberto C.

Il Volontario

Eh già… sono un volontario,

Faccio parte di un, opss di più associazioni di volontariato.

Se aiuti gli altri, verrai aiutato. Forse domani, forse tra un centinaio d’anni, ma verrai aiutato. La natura deve pagare il debito. È una legge matematica e tutta la vita è matematica.
(Georges Ivanovič Gurdjieff)1463290_999634320095851_3921258129411013885_n

Volontariato… vuol dire donare un po del nostro tempo per chi rischia di non averne più!
(Anonimo)

Lo sai che…

Lo sai che chi appare molto forte nel cuore, é invece debole e suscettibile? Lo sai che quelli che spendono il loro tempo proteggendo gli altri sono quelli che hanno più bisogno di qualcuno che li protegga? Lo sai che le 3 cose più difficili da dire sono:

Ti Amo 

Scusa

Aiutami
fdgjhrrv

Lo sai che chi veste in rosso è più sicuro di se stesso? Lo sai che chi veste in giallo è contento della sua bellezza? Lo sai che quelli che si vestono di nero sono quelli che non vogliono essere notati e hanno bisogno di aiuto e comprensione? Lo sai che quando aiuti qualcuno, lo stesso aiuto ti ritorna?


12039306_1696327027267846_1313607269809756531_n

Lo sai che é molto più facile dire quello che provi scrivendolo a qualcuno, invece di dirlo in faccia?

 big-smile-emoticon-26256350

Però lo sai che ha molto più valore quando lo dici in faccia? Lo sai che se chiedi qualcosa in onestà i tuoi desideri vengono esauditi? Lo sai che puoi far sì che i tuoi sogni diventino realtà, come innamorarsi, diventare ricchi, stare bene di salute?

Se lo chiedi con fede, e se lo sai, sarai sorpreso da quello che tu puoi fare.  

Nebbia in Val Padana

duomo_milano_nebbia-1

Invece di far i soliti auguri di buone feste a tutti i miei followers, e in occasione del tempo che imperterrita nel mio profondo nord dove risiedo, pubblico uno stralcio di canzone famosa negli anni passati a tema con questo clima.

meteo-milano-previsioni-250116

Che cos’è questa nebbia in Val padana,
è un fenomeno dell’umidità,
se rimani intrappolato dentro
si incasina la mentalità…

Nebbia in Valpadana,
come una sottana,
sotto tanti affari,
calmi gli altri mari,
nebbia in Valpadana,
sposta la sottana,
un po’ di posto anche per me,
nebbia in Valpadana,
togli sta sottana
voglio far l’amor con te.

Uccelli che tossiscono,
piccioni che stramazzano,
i cani fan la cacca
ci vuole la paletta,
le lucciole passeggiano,
i viado si assomigliano,
le macchine si fermano,
gli autisti non esistono,
modelle che sculettano,
culetti che stilistano,
i sindaci che si spogliano,
i nobel non li vogliono.

Cochi P.- Renato P.

MA GLI INSETTI SONO UTILI?

Con un sorriso abbiamo un grande potere, regalare serenità, gioia,
e riscaldare l’anima di chi lo riceve.

Ho ammazzato il tempo come s’ammazzano le mosche,
con lo stesso disgusto,
mosso dal fastidio o dalla necessità.

big-smile-emoticon-26256350
Nulla è illogico.
Se parlo di logica, mi riferisco a quelle infinite e differenti….

perciò solo in apparenza incomprensibili.


Eppure sorrido, rido, che oscenità.

Libero lo spirito e preziosa e’ la mia carne…così si fa!

Trovare chi ti aiuta in questo,  è raro e quasi impossibile, ma se arriva inaspettatamente,quando credi di non farcela.. è ancora meglio.

fdgjhrrv

Nulla di più gratificante quando ci somiglia

Poesia Mono Vocalica..E

Venere splende nelle tenebre.

Che belle stelle, degne delle dee.

Tenente fervente freme per le bellezze berbere.

Mercedes mette mele renette, pere e pesche nel cestel per le merende del pretendente.

Creme e crespelle prescelte per dessert.

Servente prende le sberle per le beffe espresse precedentemente.

Servente legge decentemente leggende per le serene gemelle.

Lele legge eccellente best seller.

Jim Morrison dixit

Vivi come se dovessi morire domani e pensa come se non dovessi morire mai
Jim Morrison
—-
Siamo buoni a nulla, ma capaci di tutto.
Jim Morrison
——
Se non hai ragione per vivere non trovarne una per morire.
Jim Morrison 
-.-.-.-.-.-.-.-
Non c’è notte tanto grande da non permettere al sole di risorgere il giorno dopo.
Jim Morrison