Uno “spunto” di riflessione…

 Sono così educati i bambini che muoiono di fame…
Sono così educati i bambini che muoiono di fame:
non parlano con la bocca piena, non sprecano il pane,
non giocano con la mollica per farne palline,
non fanno mucchietti di cibo sul bordo del piatto,
non fanno capriccci, non dicono: "Questo non mi piace".
Non arricciano il naso quando si porta in tavola qualcosa.
Non pestano i piedi a terra per avere caramelle, …..loro,
non danno ai cani il grasso del prosciutto,
non ci corrono tra le gambe, non si arrampicano dappertutto….
Hanno il cuore così pesante e il corpo così debole che vivono in ginocchio..
Per avere il loro pasto, aspettano buoni buoni….
Qualche volta piangono, quando l’attesa è troppo lunga….
No, no, rassicuratevi, non grideranno:
quei piccoli lì, sono ben educati…
Piangono silenziosamente, non si sentono,
sono così piccoli che neanche si vedono….
Sanno di non potersi aspettare niente dalla mamma o dal babbo.
Cercano stoicamente il riso nella polvere,
ma chiudono gli occhi quando lo stomaco si torce,
quando un dolore atroce si irradia per tutto il corpo.
No, no, state tranquilli, non grideranno,
non ne hanno più la forza:
solo i loro occhi possono parlare…
Incroceranno le braccia sul ventre gonfio,
si metteranno in posa per fare una bella foto….
Moriranno piano piano, senza far rumore, senza disturbare…
Quei bimbi lì………….sono così educati…….
Sì, sono così educati i bambini che muoiono di fame.
……….François Devillet
 

Avere le palle? che sognifica averle?

 
In genere l’essere umano tende a tirarle fuori x buffoneggiare,
esaltarsi con persone che nemmeno conosce solo x il gusto di dimostrare che lui e’!
In altri casi dicasi "hai le palle" verso chi x natura ha il fisico x darle e non avendo
il dono della parola preferisce prendre a schiaffoni il prossimo esaltando tutte le sue "palle".
In altri ancora quando sei pronto a fottere il prossimo senza farti scrupolo e in modo eccellente
non destando alcun minimo sospetto e riuscendo a farti finanche stimare dalla tua vittima!
 
SI COSTORO HANNO LE PALLE!
 
 
Per me chi ha le "palle" e’ colui che sa’ rinunciare per amore,
chi riesce a mettere da parte pregiudizi non curandosi del giudizio altrui,
chi pur avendo palesemente ragione e’ pronto a compromessi
pur di non distruggere un’amicizia,un’amore e una conoscenza per stupidaggini,
chi ha le "palle" e’ sempre colui che preferisce fuggire
che fare confronti con il rischio di ferire chi davvero lo ama,
si le "palle" per me si dimostrano non perdonando,
perche’ i primi ad esserlo siamo noi in quanto nessuno e’ perfetto,
ma riuscire a tirare fuori le "palle" dialogando anche con chi non ci piace,
con chi disprezziamo,con chi ci e’ stato segnalato come persona inaffidabile,
mostrando anche con essi le "palle" nell’affrontare situazioni scomode
 privandoci di gesti e parole che tutti sono capaci a dire come
"vaffanculo o mi stai sul cazzo non meriti di parlare con me".
 
Tutti siamo bravi ad avere le "palle" sopratutto chi le sventola a tutti ma pochi le hanno,
e chi le ha davvero sono invisibili al prossimo!

Eddy Vertente

Si, infatti ritengo molto simpatico stare alla transenna al pricipio della via.
Io faccio parte della protezione civile. Io proteggo i civili.. ma da chi? Chi o cosa gli minaccia? quali sono le cause? Ma chiaro… sono LORO STESSI LA CAUSA DI TUTTI I PROBLEMI!!!!
 
Mi domado come la gente che guida la macchina, non possa notare un cartello di divieto di entrata nella via chiusa momentaneamente Dalla… Alle.. ! Mi chiedo come la gente possa ignorare tale cartello, visto che se si trova lì.. ci sarà un buon motivo.
 
Purtroppo LA MADRE DEGLI IMBECILLI è SEMPRE INCINTA!